ottobre: 2019
L M M G V S D
« giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

AI CONSIGLIERI REGIONALI CHIEDIAMO CORAGGIO E COMPETENZA

Abbiamo assistito martedi’ 2 ottobre alla seduta del Consiglio Regionale delle Marche.  In una atmosfera surreale, la meta’ dei consiglieri è intervenuta per declamare la virtuosita’ della Regione Marche di fronte agli scandali che squassano altre Regioni e che hanno portato allo scioglimento dei  consigli di Lazio e Sicilia.

Il tempo trascorso in quello che a tratti è sembrato un rito autoconsolatorio, ha impedito di discutere sulla questione che doveva essere al centro della seduta : la modifica della Legge Regionale 3/2012 e la sospensione degli effetti delle autorizzazioni rilasciate per gli impianti a biogas.

Non possiamo condividere il rinvio, anche se comprendiamo l’imbarazzo e la necessita’ di capire meglio la questioni e la loro portata. Ricapitoliamo brevemente. Il Consiglio Regionale, in data 26/3/2012vota la Legge sulla “Disciplina della valutazione di impatto ambientale (VIA)”, in modifica della precedente legge regionale 7/2004.

Il 25/5/2012 il Governo, su pronuncia dell’Avvocatura di Stato, eccepisce alla Corte Costituzionale la Legge 3 per

[...] Continua a leggere AI CONSIGLIERI REGIONALI CHIEDIAMO CORAGGIO E COMPETENZA

SPACCA PARTORISCE UN TOPOLINO, MA NOI NON MOLLIAMO

 

 

Abbiamo letto e riletto con attenzione il comunicato odierno della Giunta Regionale.

Siamo soddisfatti del fatto che la Giunta si accorga del malcontento crescente e del sempre piu’ diffuso senso di rigetto della politica polticante da parte dei cittadini.

Tralasciamo i numeri dati per autocelebrarsi. Abbiamo imparato, a nostre spese, a fare le verifiche, atti e documenti alla mano, e le verifiche ci hanno spesso dimostrato che spesso i numeri vengono taroccati.

Ma veniamo al dunque, cuore centrale delle affermazioni della giunta è la frase finale:

La Giunta infine ha dato mandato all’Avvocatura regionale a esaminare in tempi rapidissimi (10 giorni) la richiesta avanzata dal Consiglio regionale di sospensiva delle autorizzazioni in essere per gli impianti a biogas e biomasse.

Cioè, la Giunta ha deciso, in sede amministrativa, di non decidere, ma di dare spazio, ancora una volta, alla burocrazia regionale, cioè ai colleghi di Calvarese e Minetti.

Ovviamente ci diranno che bisogna rispettare le leggi ed i regolamenti e che

[...] Continua a leggere SPACCA PARTORISCE UN TOPOLINO, MA NOI NON MOLLIAMO

Il METAURO che non c’è più…

I Cantori del Metauro prendono atto con soddisfazione dell’esito del referendum che ha sancito come gli Italiani siano contratri alla privatizzazione della gestione dell’acqua ritenendola bene comune e basta !

 Dovremmo festeggiare questa vittoria epocale, ma noi, nella Valle del Basso Metauro, abbiamo poco da rallegrarci dato che la gestione dell’acqua del Fiume Metauro è paradossale.

 Le acque correnti del Fiume, nella bassa valle, SONO STATE ESPROPRIATE dall’attuale Marche Multiservizi spa di Pesaro e dall’Aset din Fano, rispettivamente negli anni ’70 ed ’80. Tutto cio’ in attesa che la Regione Marche realizzasse il piano regolatore degli acquedotti.

 IL PIANO DEVE ESSERE ANCORA REDATTO.

 Intanto le citta’ di Fano e Pesaro ci rubano 600 litri/secondo, quando la portata del Metauro, nei mesi estivi, non supera i 400 l/sec..La carenza viene fornita dall’ENEL, con rilasci dai suoi bacini.

 La morale della storia è che, negli ultimi 20Km del Metauro, le poche acque che vediamo appena scorrere sono, per lo piu’, acque reflue

[...] Continua a leggere Il METAURO che non c’è più…

Referendum: il senso politico di questa vittoria

Diritti umani e giustizia sociale: il senso politico di questa vittoria

Il voto ai referendum abrogativi del 12 e 13 giugno è stato un segnale politico forte e chiaro su tutto il territorio nazionale. Tralasciando le frenesie di chi vuole salire sul carro dei vincitori, all’ultimo momento e senza essersi speso davvero per questo risultato, nicchiando sino alla fine (da certo PD fino a pezzi della Lega Nord), dobbiamo sottolineare due fatti determinanti.

Il Governo che ha fatto in modo di spostare la data elettorale a giugno – sottoponendo le casse dello Stato allo stillicidio di una ulteriore spesa – solo per timore di raggiungimento del quorum, ha perso ogni sua scommessa e ha ricevuto quattro NO forti come sberle, su leggi per cui aveva posto il voto di fiducia.

La televisione, poi, – grande spauracchio per tutti quelli che ne sono esclusi, per mancanza di potere – l’unico mezzo di comunicazione che non ha mai parlato

[...] Continua a leggere Referendum: il senso politico di questa vittoria

Schieppe: il TAR ci ha dato ragione!

IL TAR MARCHE RESPINGE I RICORSI DI WAFER ZOO E REGIONE MARCHE  : VITTORIA DEI COMUNI DI FANO – BARCHI MONTEMAGGIORE-  SERRUNGARINA E ORCIANO DI PESARO CONTRO LA CENTRALE A BIOMASSE DI SCHIEPPE .

Con sentenza n. 63/2011, depositata oggiil 31 gennaio 2011, il TAR MARCHE ha respinto i ricorsi promossi da WAFERZOO e REGIONE MARCHE contro l’annullamento da parte della Soprintendenza della autorizzazione paesaggistica rilasciata dalla Regione .

La WAFERZOO aveva infatti ottenuto dalla Regione Marche nel 2008 l’autorizzazione paesaggistica al progetto per la realizzazione della centrale a biomasse di Schieppe, nonostante che lo stesso ricadesse all’interno dell’area di tutela integrale .

LA Soprintendenza aveva annullato  tale autorizzazione ritenendo che la stessa era viziata da carenza di motivazione e di istruttoria  non avendo la Regione motivato in ordine al fatto che aveva ritenuto attendibile l’ individuazione cartografica del vincolo fornita dalla ditta ,nonostante che il Comune di Montemaggiore ed il Comune di Orciano ne  avessero ,anche attraverso

[...] Continua a leggere Schieppe: il TAR ci ha dato ragione!

Parte la vertenza PM10

Organizzato dai Comitati Jesini  Asse Sud, San Giuseppe, Tutela Salute Ambiente Vallesina e Viale della Vittoria  si è tenuto mercoledi’ 12 gennaio u.s. in Jesi, sala della II Circoscrizione, l’incontro “Inquinamento da PM10: chi sono i responsabili?” nel quale è stata presentata ed ufficialmente aperta la vertenza contro la regione Marche sulla questione PM 10.

La vertenza, promossa da ACU Marche e da Marche per Rifiuti Zero, si propone di raccogliere 500 adesioni, entro la fine di marzo 2011, per avviare una vertenza civile ed erariale contro i danni che sarebbero stati procurati dal Governo Regionale e dai Sindaci, sull’inquinamento da PM 10, polveri sottili

 Come i più ricorderanno, la Regione Marche, messa in stato di mora e sanzionata dalla Unione Europea per lo sforamento, rispetto alle normative vigenti delle PM 10, ha reagito promuovendo il blocco del traffico dei veicoli euro 0-1-2.

Tutto cio’ non solo è punitivo nei confronti dei piu’ poveri (pensionati, lavoratori e migranti)

[...] Continua a leggere Parte la vertenza PM10

Polli alla diossina… riflessioni di un medico

Gentile Direttore,

con il recente scandalo di  polli e uova tedesche alla diossina si ripropone  ormai  un  rituale ricorrente e costante circa la sicurezza alimentare ( ricordiamo le mozzarelle campane, le pecore pugliesi,  i suini irlandesi, i polli toscani) e che – proprio per queste sue caratteristiche – rischia di passare  come una notizia fra le tante, cui non si dedica l’attenzione che merita.

A questo proposito vorrei tuttavia ricordare che l’importanza  del tema in oggetto tema non è mai sfuggita ai Medici per l’ Ambiente, che, senza che ci fossero emergenze di sorta, il 18 novembre 2008 promossero nel salone comunale di Forlì  un incontro pubblico dal titolo” Il caso diossina”.

 Col termine diossina si intende la TCDD (2,3,7,8–tetraclorodibenzo-p-diossina), nota come “diossina di Seveso” a causa dell’incidente occorso a Seveso nel 1976, pericolosa a dosi infinitesimali ( miliardesimi di milligrammo) e  che è stata definita la sostanza più pericolosa mai conosciuta;  affini a questa molecola ve ne  sono  tuttavia altre centinaia, con caratteristiche simili per cui

[...] Continua a leggere Polli alla diossina… riflessioni di un medico

Marche e PM10: polveri diseguali

Venerdì 22 ottobre 2010: il consigliere regionale Donati, portavoce
dell’assessore vero all’ambiente, il potente architetto Minetti, quello di
Agroter e Carrara, annuncia draconiane misure contro l’inquinamento
atmosferico con l’annuncio del blocco del traffico, per le auto non euro 5,
nei centri cittadini e lungo la costa.
Sabato 23 ottobre 2010: il presidente della Regione, Gianmario Spacca,
dichiara l’emergenza inquinamento, stile Napoli- Bortolaso-Bassolino, e
precisa che la Regione Marche è stata multata, dalla UE per il 2006, per la
sua incapacità di controllare l’inquinamento atmosferico derivante dalle PM
10 in quell’anno solare.
Lunedì 25 ottobre 2010: il presidente Spacca precetta, sempre d’urgenza,
i Sindaci per “concordare” le misure da prendere. Il portavoce Donati
insiste sulle draconiane misure. I sindaci balbettano.

E qui arriviamo alle comiche: Spacca scopre l’emergenza del 2006, con ben
quattro anni di colpevole ritardo e partorisce il topolino del blocco delle
auto più vecchie delle Euro5. Il resto dei politici tace, per prudenza,
complicità od incoscienza, non è dato sapere.
Eppure il 20 febbraio 2010, Spacca, e non solo lui,

[...] Continua a leggere Marche e PM10: polveri diseguali

Signor Ricci, chi comanda in Provincia?

“Dobbiamo diventare una provincia nazionale e uscire dalla periferia dell’impero mediatico“, per questo si farà in provincia un “grande Festival della felicità“. In questo momento Ricci è impegnato a organizzare un evento lussuoso che darà voce, come sempre, agli intellettuali organici alla concezione di “felicità” ubiqua: un qualsiasi sistema industriale però fornito di piste ciclabili, oppure l’acqua bene pubblico della”comunità” ma… con i profitti agli azionisti di Hera .
Ma se per questa sua Amministrazione i risultati statistici sono un vanto (sesta nella classifica del “benessere”), dipendendo questi anche dalla ricchezza economica locale che ha consentito di costruire degli ammortizzatori sociali, ciò non significa che Ricci possa ritenersi il portavoce di un modello, risultato semmai di alcuni decenni di politica del Welfare ed attualmente in lenta disgregazione. E’ semmai di questa disgregazione che il suo governo mediatico oggi è l’emblema.
Basti leggerlo su il Resto del Carlino il 4 ottobre. Ricci coniuga la trovata mediatica (la parola

[...] Continua a leggere Signor Ricci, chi comanda in Provincia?

Nucleare: Berlusconio non può sfoggiare…

Centrali nucleari:niente sfoggio per Berlusconio… e tutto per merito di 3 Regioni.
Umbria, Emilia Romagna e Toscana. Queste le regioni che, oltre alla Provincia autonoma di Trento, hanno fatto ricorso presso la Corte costituzionale affinché venissero dichiarati costituzionalmente illegittimi i commi del decreto legge 78/2009 che affidavano al Governo il diritto di imporre i siti nucleari.
Nel luglio del 2009 il Ministro Scajola e Berlusconi invocavano l’esercito: “I siti nucleari saranno considerati di interesse strategico per il Paese. Se non ci sarà la condivisione, il Governo potrà in via eccezionale utilizzare strumenti sostitutivi previsti dalla Costituzione a difesa dell’interesse generale del Paese”. La Corte costituzionale ha invece dichiarato, con sentenza del giugno di quest’anno, che le norme governative contrastano con gli articoli 117 (competenze dello Stato) e 118 della Costituzione (art. 118: Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l’esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei

[...] Continua a leggere Nucleare: Berlusconio non può sfoggiare…