giugno: 2017
L M M G V S D
« mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Nanoparticelle e qualità dell'aria: avevamo ragione.

Apprendiamo dalla stampa che: “la concentrazione di “nanoparticelle” nel sangue di persone ammalate di leucemia acuta mieloide è molto più elevata rispetto a quello delle persone sane.
La scoperta è del team interdisciplinare composto da medici, biologi, farmacisti e bioingegneri (Ematologia Aormn, Università di Urbino e Arpam  Pesaro), coordinato dal dr. Giuseppe Visani della Ematologia di Pesaro e dalla Professoressa Maria Antonietta Gatti del laboratorio Nanodiagnostics di Modena, che ha messo a punto una nuova tecnica diagnostica rilevando, per la prima volta in assoluto, una compromissione ambientale.
Le nanoparticelle sono dei frammenti di sostanze chimiche, quali, appunto, i metalli pesanti (piombo, rame, zinco, alluminio, eccetera), di dimensioni molto piccole, presenti nel pulviscolo ambientale che respiriamo o che ingeriamo con cibi contaminati.
Da un punto di vista medico-scientifico, la scoperta viene ritenuta di particolare rilievo.
La scoperta è stata illustrata martedì 20 dicembre prossimo durante una conferenza stampa alla presenza dei ricercatori, il dottor Giuseppe Visani, la dottoressa Antonietta Gatti

[...] Continua a leggere Nanoparticelle e qualità dell’aria: avevamo ragione.

Vecchio stupidario per nuovi inceneritori: interviene Federico Valerio

Pubblichiamo due riflessioni di Federico Valerio sull’inquinamento da inceneritori. Il dott. Valerio, già chimico ambientale per l’Istituto nazionale di ricecra sul cancro e noto anche per le sue ricerche con ISS e altri Enti, pubblica il materiale sul suo blog.

1) E’ ormai un classico. Ogni volta che si vuole imporre un inceneritore, c’è il personaggio di turno che racconta che “non c’è da preoccuparsi, l’inceneritore inquina meno di qualche macchina”.

Nel tempo, a sostenere questa schiocchezza, si sono succeduti il presidente Berlusconi, il sindaco di Genova Pericu, il presidente Commissione Ambiente Realacci…

Oggi, per far digerire l’impianto che dovrebbe trattare  198.000 tonnellate  l’anno, nella Piana di Firenze, a pronunciare questa schiocchezza, almeno da quanto riportato sui giornali, sono la prof.ssa Loredana Musumeci, direttore del dipartimento Ambiente dell’Istituto Superiore di Sanità- “Impianti come questo inquinano meno del traffico“- e la società Quadrifoglio che gestisce i rifiuti fiorentini -”Quando siamo fermi ai semafori ne respiriamo molta di più“- con

[...] Continua a leggere Vecchio stupidario per nuovi inceneritori: interviene Federico Valerio

Iniziativa ad Ancona: basta coi vitalizi!

SABATO 29 gennaio, Ancona, ore 15, sala Anpi, via Palestro 6,
l’Associazione Marche per rifiuti zero invita a partecipare alla assemblea:

MANIFESTAZIONE CONTRO I VITALIZI DEI CONSIGLIERI REGIONALI

La crisi economica e la scure della manovra finanziaria stanno costringendo le amministrazioni pubbliche a rivedere i propri bilanci e i cittadini a fare continui sacrifici.  Anche la regione Marche ha cominciato ad indicare i propri tagli, fatica però ad estenderli ai propri consiglieri che già godono di una  più che ottima retribuzione. Fino ad oggi si sono sentiti tanti buoni  propositi ma non si è visto nulla di fatto. Noi chiediamo l’abolizione del vitalizio. Portare la pensione dei consiglieri regionali, passati e futuri, all’equivalente di quanto gli spetta per quello che hanno effettivamente versato.
Il vitalizio costa ai cittadini marchigiani almeno 4 milioni di euro l’anno.

L’associazione aggiornerà anche sulla vertenza sulle PM10 avviata con Acu Marche.

Per info scarica il Volantino No Vitalizi Vertenza PM10 .

Share

Parte la vertenza PM10

Organizzato dai Comitati Jesini  Asse Sud, San Giuseppe, Tutela Salute Ambiente Vallesina e Viale della Vittoria  si è tenuto mercoledi’ 12 gennaio u.s. in Jesi, sala della II Circoscrizione, l’incontro “Inquinamento da PM10: chi sono i responsabili?” nel quale è stata presentata ed ufficialmente aperta la vertenza contro la regione Marche sulla questione PM 10.

La vertenza, promossa da ACU Marche e da Marche per Rifiuti Zero, si propone di raccogliere 500 adesioni, entro la fine di marzo 2011, per avviare una vertenza civile ed erariale contro i danni che sarebbero stati procurati dal Governo Regionale e dai Sindaci, sull’inquinamento da PM 10, polveri sottili

 Come i più ricorderanno, la Regione Marche, messa in stato di mora e sanzionata dalla Unione Europea per lo sforamento, rispetto alle normative vigenti delle PM 10, ha reagito promuovendo il blocco del traffico dei veicoli euro 0-1-2.

Tutto cio’ non solo è punitivo nei confronti dei piu’ poveri (pensionati, lavoratori e migranti)

[...] Continua a leggere Parte la vertenza PM10

Marche e PM10: polveri diseguali

Venerdì 22 ottobre 2010: il consigliere regionale Donati, portavoce
dell’assessore vero all’ambiente, il potente architetto Minetti, quello di
Agroter e Carrara, annuncia draconiane misure contro l’inquinamento
atmosferico con l’annuncio del blocco del traffico, per le auto non euro 5,
nei centri cittadini e lungo la costa.
Sabato 23 ottobre 2010: il presidente della Regione, Gianmario Spacca,
dichiara l’emergenza inquinamento, stile Napoli- Bortolaso-Bassolino, e
precisa che la Regione Marche è stata multata, dalla UE per il 2006, per la
sua incapacità di controllare l’inquinamento atmosferico derivante dalle PM
10 in quell’anno solare.
Lunedì 25 ottobre 2010: il presidente Spacca precetta, sempre d’urgenza,
i Sindaci per “concordare” le misure da prendere. Il portavoce Donati
insiste sulle draconiane misure. I sindaci balbettano.

E qui arriviamo alle comiche: Spacca scopre l’emergenza del 2006, con ben
quattro anni di colpevole ritardo e partorisce il topolino del blocco delle
auto più vecchie delle Euro5. Il resto dei politici tace, per prudenza,
complicità od incoscienza, non è dato sapere.
Eppure il 20 febbraio 2010, Spacca, e non solo lui,

[...] Continua a leggere Marche e PM10: polveri diseguali

Ospedale Fano-Pesaro: l’edilizia sanitaria non costruisce la salute

torrette_ancona

L’annuncio di un nuovo ospedale Fano-Pesaro, dal costo di oltre 130 milioni di euro, in linea con le politiche regionali di investimento per l’edilizia di questo settore, rende perplessi molti cittadini che si chiedono se non sarebbe stato meglio investire nella prevenzione, nelle politiche di abbattimento delle nocività, nell’aumento della qualità delle strutture esistenti piuttosto che in un modello di sanità che spinge molto spesso le persone a spostamenti che eguagliano in chilometri quelli presso i Santuari.

 Il rapporto Ceis-Sanità 2009 presentato poche settimane fa segnala che la spesa sanitaria del 2009 ha raggiunto un importo pari al 8,7% del Prodotto interno lordo, e che considerando il valore aggiunto del settore raggiungiamo una percentuale di circa il 12%, per cui la spesa sanitaria rappresenterebbe la terza realtà industriale del Paese dopo alimentari ed edilizia!
La bilancia commerciale dei farmaci, dei quali gli anti-neoplastici rappresentano un ingente settore, segnala l’importazione di sostanze per ben 2,4 miliardi di euro. 

La

[...] Continua a leggere Ospedale Fano-Pesaro: l’edilizia sanitaria non costruisce la salute

Monitoraggio Arpam: lettera al sindaco di Orciano

centralina mobile arpam

Lettera aperta al Sindaco di Orciano di Pesaro e al Responsabile del Servizio Aria dell’ARPAM di Pesaro

Dal 14 giugno u.s., a Schieppe di Orciano, è installata una centralina di rilevamento mobile ARPAM per il monitoraggio della qualità dell’aria.
Non conosciamo ancora gli esiti delle prove, ma sin d’ora possiamo affermare che la centralina ha prodotto un ottimo risultato. Infatti sono anni che come residenti reclamiamo invano di conoscere i dati della qualità dell’aria che respiriamo; in più occasioni abbiamo richiesto l’esito dei controlli al camino dell’impianto Wafer Zoo S.r.l., quello avente portata di 210.000 metri cubi all’ora di fumi. Finora né il Sindaco di Orciano di Pesaro, né l’ARPAM, sono stati in grado di chiarire composizione e relative concentrazioni.
Ebbene dal 14 giugno, giorno dell’installazione della centralina, non abbiamo più notato fuoriuscire le ingenti emissioni dal camino dell’impianto che, al contrario, erano state segnalate alle autorità  nell’ultimo periodo. Ricordiamo in proposito che, sin dal 27.01.2007, il Presidente

[...] Continua a leggere Monitoraggio Arpam: lettera al sindaco di Orciano