luglio: 2019
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Dalla Regione Marche esigiamo:


SCHIEPPE: DAL PRESIDENTE DELLA REGIONE I CITTADINI E GLI AMMINISTRATORI LOCALI ESIGONO SERIETA’, COERENZA, CORRETTEZZA

Si è tenuta, a Schieppe di Orciano, martedi’ 19/10 u.s., la riunione del Coordinamento dei Comitati a difesa delle Valli Metauro, Cesano e Candigliano, a cui erano stati invitati i Sindaci della vallata, il Presidente della Regione, quello della Provincia, i Consiglieri e gli Assessori regionali e provinciali.

Scopo della riunione era fare il punto della situazione dell’annosa vertenza dell’inceneritore a biomasse di Schieppe e le iniziative da intraprendere per fronteggiare il rinnovato virulento sostegno alla realizzazione del progetto imposto dalla burocrazia.

E’ stato in primo luogo evidenziato come siano risultate prive di fondamento e non veritiere le dichiarazioni rilasciate dal Governatore Gian Mario Spacca nel febbraio scorso, così come vani ed inattuati sono risultati gli impegni dal medesimo assunti.

Il Coordinamento ha proposto, ed i Sindaci e le Amministrazioni presenti, Barchi, Fano, Montefelcino, Montemaggiore al Metauro, Orciano di Pesaro, Piagge e Saltara, hanno condiviso di indire per il 29 Novembre p.v., un incontro-manifestazione dei cittadini e degli enti locali per esigere dalla Regione Marche e dal Presidente Spacca il no definitivo e tombale a qualsiasi progetto di incenerimento, non importa quale sia il materiale combusto, in quel di Schieppe. Il Consigliere regionale Foschi e l’Assessore provinciale Porto, presenti ed intervenuti all’assemblea, hanno condiviso.

Le amministrazioni presenti alla serata si sono fatte carico di approvare, nei rispettivi Consigli, ordini del giorno in tal senso e di adesione all’incontro- manifestazione del 29 novembre.

L’invito sarà esteso anche alle altre amministrazioni.

La data del 29 novembre è particolarmente significativa, perchè il 29/11/2004 la Regione Marche rilasciava l’A.I.A. a firma Libero Principi, con cui autorizzava, anzi prescriveva e ordinava, la realizzazione dell’inceneritore a biomasse di Schieppe, per la combustione di oltre 200 mila tonnellate di materiale.

L’inceneritore non è stato, né sarà mai, realizzato, grazie alla reazione dei cittadini e degli Enti Locali del territorio.

Per puntualizzare tempi e modi delle iniziative programmate e per illustrare le altre iniziative di autotutela dei cittadini sarà convocata una conferenza stampa.

Coordinamento dei Comitati di Difesa delle Valli del Metauro, Cesano e Candigliano

Comments are closed.