ottobre: 2019
L M M G V S D
« giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Finalmente in Provincia si favella!

SCHIEPPE: FINALMENTE LA PROVINCIA FA AUTOCRITICA E CONFERMA LA LINEA DURA NEI CONFRONTI DELLA REGIONE

Se il verificatore avesse correttamente misurato l’ambito provvisorio di tutela integrale applicando i criteri stabiliti dall’Art. 29 del PPAR Marche e dalla Circolare Regionale nr. 4 UA/URB del 28.04.1988 P.P.A.R. – Deliberazione G.R. n. 8127 del 13.07.1987 (BUR Marche 106/1987) e n. 7045 del 04.12.1987 (BUR Marche 128/1987), anziché introdurre il concetto – non riscontrabile nella normativa regionale – della misurazione a partire dalla porzione demaniale pubblica dell’alveo inciso definita dal livello di piena ordinaria, avrebbe accertato che anche ampia parte dei fabbricati “C” e “D” (cabina di controllo e centrale a biomasse) del progetto autorizzato dalla Regione Marche ricadono all’interno dell’ambito provvisorio di tutela integrale.

E’ quanto ha stabilito il Consiglio Provinciale con l’ODG Nr. 14 (Vedi allegato) proposto dal Consigliere Elisabetta Foschi e approvato nella seduta del 26 maggio u.s. Da notare che “il verificatore” è un funzionario della Provincia medesima, ovvero il Dirigente del SERVIZIO 4.2 – SUOLO, ATTIVITÀ ESTRATTIVE, ACQUE PUBBLICHE, SERVIZI PUBBLICI LOCALI.

Con il medesimo atto, il Consiglio provinciale, “...IMPEGNA il Presidente della Provincia di Pesaro –Urbino: 1) A sollecitare la revoca da parte della Giunta Regionale in via di autotutela dell’Autorizzazione Integrata Ambientale nr 24/DP4 del 29.11.2004; 2) Conseguentemente a concludere con diniego i procedimenti di riesame e rinnovo della predetta A.I.A. illegittimamente concessa; 3) Ad attivarsi presso la Giunta Regionale affinché l’attività dell’esistente mangimificio sia esercitata, conformemente a legge, da soggetto in possesso dell’Autorizzazione Integrata Ambientale; 4) A richiedere alla Giunta Regionale di revocare, in via di autotutela per le ragioni illustrate, le Autorizzazioni Paesaggistiche di cui al decreto del Dirigente della P.F. valutazioni e autorizzazioni ambientali n. 4 VAA_ 08 del 12.12.2006 e al decreto nr. Nr. 45/VAA_08 del 14/04/2008”.

Nel dare atto all’intero Consiglio Provinciale della determinazione e della coerenza dimostrate, esprimiamo l’auspicio che il Presidente Matteo Ricci dia seguito quanto prima al mandato ricevuto dal Consiglio Provinciale.

Coordinamento dei Comitati di difesa delle Valli del Metauro, Cesano e Candigliano

P.S. – Ci congratuliamo per il nuovo servizio “La seduta in diretta” attivato alla pagina web http://www.consiglio.provincia.pu.it/index.php?id=24865, che consente ai cittadini di seguire con più facilità l’attività del Consiglio Provinciale.

Comments are closed.