ottobre: 2017
L M M G V S D
« giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

IL PRESIDENTE CERISCIOLI NON SA DI ESSERE L'ASSESSORE ALLA SANITA'?

Ceriscioli-Presidente2-
Apprendiamo sconcertati dalla stampa locale della telefonata che sarebbe intercorsa tra il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, con delega alla Sanità, e il Sindaco di Sassocorvaro nella mattinata di Lunedì 04 Gennaio u.s., poco prima che quest’ultimo incontrasse altri sindaci dell’alto Montefeltro per discutere del caos e delle ultime follie che la presunta “riforma” della Sanità marchigiana ha generato nel nostro entroterra. Durante tale telefonata il presidente si sarebbe detto meravigliato di quanto sta accadendo negli ospedali di Sassocorvaro, Cagli e Fossombrone e che tali decisioni non sono assolutamente frutto della sua volontà.

A fronte di tale affermazione sorge spontaneo chiedersi se il presidente Ceriscioli abbia ben chiaro cosa significhi essere il presidente di una Regione o addirittura se egli ricorda avere trattenuto la delega alla Sanità, perché solo in questo caso si può comprendere la sua telefonata ai sindaci dell’alto Montefeltro e la ragione per cui non abbia ancora preso urgenti e adeguati provvedimenti per rimuovere quanto prima i dirigenti e funzionari che, apparentemente contro il suo volere, hanno emanato le determine che negli ultimi giorni stanno mettendo sotto sopra la sanità dell’entroterra, causando caos, panico e disservizi su tutti i fronti.

Siccome ormai siamo adulti e vaccinati e alle favole non crediamo più, abbiamo la sensazione invece che il presidente Ceriscioli, assieme ai suoi sodali burocrati e dirigenti abbiano architettato e continueranno ad alimentare volutamente questa situazione di caos ed estrema emergenza portando gli utenti, il personale sanitario e l’opinione pubblica ad un livello tale di stress che favorirà l’entrata dei privati da loro designati negli ospedali di Fossombrone, Cagli e Sassocorvaro, senza consultare minimamente le comunità locali.

A sostegno di tale ipotesi c’è il presunto blitz notturno, confermato da diverse voci, di cui lo stesso presidente Ceriscioli si sarebbe reso protagonista ieri 5 gennaio, assieme ad un dirigente dell’ASUR, presso il PPI (chiuso di notte) dell’ospedale di Fossombrone; circostanza che fa tornare alla mente l’ultimo blitz notturno svolto proprio a Fossombrone nel settembre del 2014 da alcuni dirigenti ASUR a cui seguì l’entrata di Montefeltro Salute proprio nella struttura di Fossombrone.

Non permetteremo a taluni personaggi di disporre dei nostri ospedali come se fossero di loro proprietà.

La preoccupazione dei cittadini per le decisioni attuate il 31.01.2015 li induce in questi giorni ad organizzare assemblee spontanee sul territorio per salvaguardare il diritto alla salute nel nostro entroterra; poiché siamo giunti ad una resa dei conti da cui possiamo finalmente risultare vincitori con la collaborazione e la partecipazione, invitiamo cittadini, amministratori, comitati ed associazioni all’incontro che abbiamo indetto a Fossombrone Venerdì 15 Gennaio, ore 21:00, presso la grotta di San’Agostino – Piazza Dante, per ricostruire l’unità del territorio che ci consentirà di riavere i nostri ospedali, e per uscire dalla speculazione politico-elettorale di cui è da sempre oggetto la sanità e che danneggia gravemente la nostra salute.

 

CITTADINI NON SUDDITI

Comitato a Difesa dei Diritti

Comitatinrete

 

Comments are closed.