luglio: 2019
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

LA VERTENZA SANITA' DA MOLTO FASTIDIO A LOR SIGNORI

bilancia
LA VERTENZA SANITA’ DA MOLTO FASTIDIO A LOR SIGNORI  DELLA REGIONE E DELL’”APPARATO POLITICO-BUROCRATICO LOCALE”

Pressioni sui Sindaci per ottenere la revoca delle ordinanze sul laboratorio analisi di Fossombrone

Diceva un vecchio saggio che se vuoi misurare la forza della tua azione, devi guardare in faccia l’avversario.

I nostri comitati, non da soli, ma con la collaborazione di tanti altri soggetti, hanno iniziato ad organizzare i cittadini coordinarsi con le istituzioni locali per tutelare il diritto alla salute ed il suo storico presidio locale: l’ospedale di Fossombrone che “lor signori” stanno chiudendo.

Come qualcuno ricorderà, il 3 giugno u.s. 468 cittadini hanno chiesto ai Sindaci di adottare provvedimenti urgenti per garantire il funzionamento del laboratorio analisi di Fossombrone nell’arco delle 24 ore dei giorni feriali e festivi. Cosa che i Sindaci di Fossombrone, Serrungarina, Montefelcino, Isola del Piano e Sant’Ippolito hanno fatto emanando apposite ordinanze. Dette ordinanze sono state puntualmente disattese dai dirigenti ASUR, il cui comportamento omissivo è stato denunciato alle competenti Procure da parte di comitati e cittadini, nonché segnalato dagli stessi Sindaci. L’ASUR ha successivamente impugnato la sola ordinanza del Sindaco di Fossombrone ed ha ottenuto  dal TAR Marche il provvedimento di sospensiva, in attesa del giudizio di merito che verrà discusso agli inizi del 2014. Le ordinanze degli altri Sindaci, non impugnate dall’ASUR, sono tuttora vigenti.

Evidentemente, la situazione preoccupa i cosiddetti “appartenenti alle alte sfere”; sembra infatti che qualche “uomo di partito”, che indegnamente ci rappresenta in Parlamento, e qualche funzionario pubblico locale, da sempre collocato dietro una comoda scrivania in attesa del 27, stia premendo sui Sindaci del territorio affinché revochino le proprie ordinanze.

Contestualmente, gli uffici legali della ASUR, pagati coi nostri soldi, pare abbiano inviato lettere ai Sindaci, paventando “gravi conseguenze legali e giudiziari” qualora non provvedano alla revoca delle ordinanze.

E’ chiaro che “lor signori” temono la situazione specifica e tutte quelle che i cittadini del territorio stanno mettendo in piedi.

Invitiamo i Sindaci non cadete nella trappola predisposta dai funzionari e dagli adepti di partito! Ad essi compete infatti il dovere di tutelare e difendere l’Amministrazione ed i diritti dei cittadini.

Cittadini, comitati e Sindaci, uniti nel territorio a tutela dei loro diritti costituzionali sono invincibili. E’ la storia delle vertenze degli ultimi anni, quando politici ed im-”prenditori” volevano fare della nostra valle, e di quella del Cesano, la sede per il collocamento e lo smaltimento dei rifiuti di mezz’Italia e della speculazione energetica. A Schieppe (inceneritore di biomasse), a Pergola (maxieolico), a Corinaldo (turbogas da 870 Mw), li abbiamo battuti; a Fano e a Montefelcino (biogas) bloccati.

Ora dobbiamo vincere la vertenza sanità, la più importante e decisiva di tutte, battendo i burocrati e “politici” di alto bordo per l’affermazione dei nostri diritti.

CITTADINI NON SUDDITI.

Comitato a Difesa dei Diritti di Fossombrone – comitatoadifesadeidiritti@gmail.com

Comitatinrete – www.comitatinrete.it

Comments are closed.