luglio: 2019
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Sistema di emergenza sanitaria: facciamoci sentire!

corteo_fossombrone_flash
Proponiamo il testo di una lettera da inviare subito ai Consiglieri Regionali
marchigiani in merito alla votazione della Proposta di Legge Regionale n.318 che intende modificare l’attuale legge sul “SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA”.

La votazione, in sede di Consiglio Regionale, è prevista per martedì prossimo.

Vista l’imminenza della votazione e l’importanza dell’argomento siete pregati di dare massima diffusione alla missiva, di sottoscriverla per adesione, DI COPIARE LA LETTERA NEL CORPO DEL TESTO DELLA MAIL ed inviarla ai Consiglieri Regionali entro martedì mattina (gli indirizzi dei Consiglieri: INDIRIZZI).

 

Ai Signori Consiglieri della Regione Marche

 Oggetto: PROPOSTA DI LEGGE NR. 318 – MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 OTTOBRE 1998, N. 36 “SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA”

Gent.mo Consigliere,

con la presente La invitiamo a non approvare la Proposta di legge in oggetto nel testo proposto dalla Giunta Regionale e licenziato dalla V Commissione permanente, in quanto lesiva gli interessi dei cittadini e in palese violazione del diritto costituzionale alla salute, oltre che dei principi di concertazione, equità, efficienza, economicità, cui l’agire della Pubblica Amministrazione deve sempre uniformarsi.

Pertanto, la invitiamo a respingere la Proposta di legge richiamata ovvero ad emendarla assicurando:

1. L’operatività dei Punti di Primo Intervento territoriali (PPI) nell’arco delle 24 ore;

2. La presenza di almeno un medico in servizio 24 ore dedicato al Punto di Primo Intervento;

3. L’operatività della diagnostica in sede (Laboratorio analisi e radiologia) indispensabile alla diagnosi e alla stabilizzazione dei pazienti in fase critica assistiti dal Punto di Primo Intervento;

4. Che la programmazione delle unità operative autonome di Pronto Soccorso, dei posti letto di osservazione annessi e la dotazione dei posti letto di terapia intensiva, resti di competenza dell’Assemblea legislativa regionale, evitando di conferire al riguardo una “delega in bianco” alla Giunta Regionale e ai cosiddetti “tecnici”. Rammentiamo, in proposito, che le attività di programmazione sono attribuite all’Assemblea legislativa e che già in passato, l’essersi affidata, da parte della Regione, ai cosiddetti “tecnici”, ha prodotto gravi danni all’Ente e alla collettività, oltre che notevole discredito nell’Istituzione (Vedasi Settore Ambiente – Vicenda Biogas-biomasse).

In difetto ci vedremo costretti a tutelare i nostri diritti ed interessi in tutte le sedi competenti.

Distinti saluti.

Firma

 

Comments are closed.