settembre: 2018
L M M G V S D
« apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

STOCCAGGIO DEL GAS? LA REGIONE DICE SÌ, I CITTADINI RISPONDONO NO!

Care cittadine e cari cittadini,

la settimana passata abbiamo colto positivamente la notizia dell’apertura delle indagini sulle autorizzazioni facili delle centrali a biogas. Ed esse riguardano, su nostra segnalazione, anche la centrale a biogas di Corridonia.

Le ipotesi di reato vanno dall’abuso di ufficio al conflitto d’interessi, dai reati ambientali a quelli urbanistici. Si sta, insomma, iniziando a far luce sulle decine di segnalazioni che i comitati hanno fatto in questi mesi.

Iniziano a manifestarsi, invece e purtroppo, le prime problematiche lungamente denunciate. A Loro Piceno un’avaria alla centrale a biogas ha inquinato il fiume Fiastra inquinandolo e causando la moria dei pesci. Anche a Morrovalle, da altra centrale a biogas, ci sono stati degli sversamenti di liquame che hanno portato, come nel primo caso, alla sospensione delle attività.

Noi cittadini possiamo tutelare la nostra salute sollecitando le istituzioni ad indagare fino in fondo, partecipando alle azioni dei comitati e chiedendo a coloro che ci stanno inquinando i danni per le loro malefatte.

Parleremo di questo, insieme alla richiesta del punto “0” ambientale, dell’autorizzazione sanitaria dell’impianto, delle garanzie sulla impermeabilità del cemento, della regolarità dello stoccaggio di biomassa nell’impianto e dell’applicazione della L.R. 30/2012 che prevede l’assoggettabilità a procedura di V.I.A. nel incontro pubblico di lunedì 25 marzo.

Alle ore 21:00 all’Hotel San Crispino di Trodica di Morrovalle nell’incontro si tratterà: A che punto è la vertenza biogas Sarrocciano?

Interverranno:

21:00 – Rappresentanti del comitato “Salute e conservazione del territorio per Corridonia”

21: 30 – Enzo Marangoni – Consigliere Regionale – interrogazione al Consiglio Regionale per la procedura V.I.A.

21:45 – Lara Ricciatti – Onorevole – interrogazione al Consiglio dei Ministri e ispezione al GSE su pratica Sarrocciano

22:00 – Interventi e domande dal pubblico

22:45 – Risposte dei relatori e conclusioni Adriano Mei – coordinatore Comitati in Rete

Il comitato

gruppo facebook: Comitato salute e conservazione del territorio per Corridonia profilo facebook: Comitato Salute Territorio Corridonia

—————————

Pubblichiamo integralmente il duro comunicato ufficiale che ci è stato inoltrato da Alfredo Vitale, presidente dell’Associazione “Ambiente e Salute nel Piceno”, dopo che la Regione Marche ha dato il via positivo allo stoccaggio del gas a San Benedetto del Tronto.

 Apprendiamo, non certo stupiti, che la Regione Marche ha dato il via positivo allo stoccaggio-gas proposto da Gas Plus. Il provvedimento è a firma geologo Piccinini, non nuovo ad exploit del genere e ricompensato per l’anno trascorso con 29mila euro circa di premi produzione, oltre il lauto stipendio mensile.

 Ancora una volta è scattato il meccanismo del “passata la festa, gabbato lo santo”. Ricordiamo come il Presidente Spacca, accompagnato dall’assessore virtuale all’ambiente Donati, venne qui a San Benedetto per proclamare che lo stoccaggio non si sarebbe fatto, essendo la Regione contraria.

 Evidentemente Spacca e Donati si sono dimenticati di dirlo ai loro funzionari. Passate le elezioni, ecco il misfatto… Ci diranno che si tratta di un fatto tecnico, di un atto dovuto: balle, balle, balle! La decisione era presa da tempo, fin da quando, dicembre 2011, il Calvarese, funzionario regionale ora sospeso perchè sotto inchiesta con gravi capi di imputazione, venne proprio a San Benedetto per dirci che tutto andava bene nel progetto Gas Plus. Allora il Piccinini, pur preannunciato, si dette (prudentemente?) malato.

 Allora è fatta? Lo stoccaggio si farà? Noi diciamo di no, non si farà!

Come del resto non si è fatta la turbogas a Corinaldo, il merloniano maxi-eolico a Fabriano ed a Sassoferrato, gli inceneritori a Fermo, Jesi e Schieppe e tante altre nefandezze sempre approvate dalla discussa, discutibile e pesantemente compromessa burocrazia regionale.

 Abbiamo fatto le mosse giuste nei mesi scorsi e difenderemo insieme ai cittadini la sicurezza, la salute, il valore dei beni e le imprese del territorio. Intanto chiediamo al Sindaco di convocare con assoluta urgenza il Consiglio comunale aperto per denunciare il via libera e ribadire il no di San Benedetto allo stoccaggio.

AMBIENTE E SALUTE PICENO

Comments are closed.